venerdì 8 marzo 2013

ETT, saluta nel giorno della donna



Foto: Buon 8 Marzo, a tutte le donne  
A quelle che non hanno il dono di un sorriso
A quelle che non hanno una carezza sulla pelle
A quelle che non conoscono la dolcezza
A quelle che in silenzio subiscono la violenza
A quelle che non possono sciogliersi i capelli al vento
Buon 8 marzo, a tutte le donne
A quelle che abbracciano con amore
A quelle che illuminano l'anima
A quelle che parlano dentro oltre lo sguardo
A quelle che sorridono con i colori dell'arcobaleno
A tutte quelle che danno energia alla libertà della vita

ETT: Bella giornata, vero?

LUIGI: Sì, oggi è la festa della donna!

ETT: Allora, perché non corri a comprare le mimose?

LUIGI: Mi dispiace per gli alberi! 
Ho l’impressione di staccare le loro braccia o le dita. 
Io amo gli alberi e amo anche le donne e non vorrei dispiacerli per un amore, forse più egoistico verso le donne. 
Non voglio barattare un amore bello per uno uguale.

ETT: Ma Luigi! Fai una gerarchia anche nell’amore?

LUIGI: No! Ti sbagli, amo troppo le donne per dispiacere gli alberi. 
Se io volessi regalare un mondo d’amore alla mia donna, non lo farei procurando dolore ad un’altra creatura del Signore.

ETT: Dimentichi che le mimose son fiori di un albero?

LUIGI: Certamente, no! 
Però, una persona che ama lo fa a 360 gradi.
L’amore non è selettivo e nemmeno un termine di paragone. 
L’amore è l’essere umano nella sua vera ed originale essenza.  

L’amore è un pezzettino di Dio racchiuso tra muscoli ed ossa

Lo ritroviamo anche tra i fusti e i petali di una pianta, tra gli splendenti colori di un’alba radiosa, tra la candida neve dei ghiacciai, tra le armoniose onde degli oceani e meravigliosamente, tra le vie luminose della galassie.

ETT: Luigi, il tuo solito romanticismo ti fa abbandonare il senso pratico.
Torniamo alla festa della donna. 
Dimmi, farai gli auguri alle tue donne?

LUIGI: Con tutto i cuore, ma ho paura di apparire convenzionale.

ETT: Spiegati.

LUIGI: Molte donne si sentono quasi lese nel sentire le attenzioni soltanto per questo giorno. Loro vorrebbero essere amate e rispettate ogni giorno.

ETT: Mi sembra giusto.

LUIGI: Ovviamente! 
Io credo, però,  che bisognerebbe festeggiare per ravvivare il sentimento.
Tutti sappiamo che il sole è bello, ma se non alziamo mai la testa per ammirarlo, rischiamo di farlo esistere per se stesso.

ETT: Voi umani siete troppo strani, avete bisogno di correre oltre qualunque bellezza per scoprire che la semplicità è la via maestra della natura.

LUIGI: Ett, in qualità di extraterrestre, sii per me il postino, messaggero di un bacio a tutte le donne del mondo, nessuna esclusa.
Se trovassi qualcuna a piangere regalale la magia di dimenticare il dolore.

ETT: Sono un extraterrestre e ciò di cui ogni donna ha bisogno è soltanto sentirsi compresa e accolta tra voi  umani.

Posta un commento