martedì 22 gennaio 2013

Nutrir d'eterno



 


Or che la mia mente riposa,
m’acquatto lontano dalla ragione.

Furtivo, m’approprio dello star solo.

Non ho ragioni da curare.

Voglio sentir dentro.

Provar inseguo del immortal divenir.

Per le vie dei sogni,
 mi ritrovo a far eco di emozioni.

Sorpreso per chiasso d’amore,
di piacer mi annego.

La mia anima è spoglia dal consumar tempo.

D’eterno mi nutro


Posta un commento