venerdì 16 novembre 2012

INCULCARE




Vi riporto un esempio attraverso il quale capire come sia facile disorientare gli ignoranti (INCULCARE) e quindi, quanto sia facile manipolare il pensiero comune per orientarlo agli interessi di pochi e demoniaci speculatori.

Vi invito a leggere attentamente l’intero articolo, a riflettere e poi …. tenerne conto in altri contesti.

 LA NOTIZIA

“Ci hanno fatto credere per anni che fosse un alimento super nutriente. Ci hanno fatto credere che facesse bene alle ossa perché ricco di calcio. Un surreale inganno orchestrato dalla più grande autorità mondiale dell’alimentazione: la FDA (Food and Drug Administration) la cui sede, sta guarda caso ad Atlanta, città delle più grandi multinazionali del cibo spazzatura e imparentata con la lobby americana del mais ogm. Una città dove il latte viene usato anche per farsi il bagno per quanti allevamenti intensivi di povere mucche ci sono.
Ci hanno imposto per anni le loro farneticanti tabelle alimentari che si sono insinuate inesorabilmente in tutte le scuole, le mense, nei testi di pediatria, negli ospedali. Oggi ne paghiamo le conseguenze con il risultato di un’ondata mostruosa di cardiopatie, diabete, obesità, cancro, anemie, osteoporosi e altre centinaia di  malattie.
Il latte di mucca è un alimento troppo proteico per l’uomo (la natura infatti lo ha creato per il vitellino che ha una velocità di crescita 3 volte superiore) e crea acidificazione in un organismo dal sangue tendenzialmente alcalino.
Danneggiamo in pratica le nostre ossa ad ogni bicchiere di latte che beviamo e con ogni pezzo di formaggio che mangiamo. La continua acidificazione richiede un intervento immediato del nostro sistema immunitario, che affronta il  terribile invasore bianco, prelevando calcio organico dalle nostre ossa.
Le statistiche parlano chiaro: i paesi con il più alto consumo di latticini sono quelle con le più alte percentuali di osteoporosi.
Ruba più calcio di quanto ne offre. Tra l’altro ci consegna calcio inorganico, pastorizzato, cotto, denaturato e carico di antibiotici.
Il latte di mucca è anche un alimento privo di ferro e come tutti i cibi ferro-carenti ruba ciò che gli manca (in questo caso il ferro ma il discorso vale per tutti i minerali) dalle nostre già esigue riserve.
La natura non fa nulla a caso. Ad ogni specie il suo latte. Abbiamo sottomesso milioni di povere mucche per poter bere una poltiglia carica di ormoni e pesticidi che ci ha indebolito il sistema immunitario negli ultimi trent’anni.
Vi lasciamo con una frase di Maneka Ghandi che dovrebbe far riflettere sulla tristezza e l’assurdità di questo fatto.
Ogni bicchiere di latte, ogni yogurt, ogni scaglia di grana, ogni cioccolato al latte, proviene da una triste e disgraziata mucca, forzata a gravidanze artificiali ed indesiderate, munta per 10 mesi, re-inseminata già al 3° mese dei 10 utili, costretta a disintegrare le sue cellule mediante chetosi per compensare il deficit energetico, sottoposta a cortisone ed antibiotici per la mastite cronica delle sue supersfruttate mammelle, carica di stress e di lacrime per il sequestro cinico ed aberrante del suo stupendo ed amato piccolo”.


IL PARERE DI UN ESPERTO

E' una grande bufala scritta da persone strettamente vegetariane e anche incompetenti, cosa che si desume da diversi errori concettuali. Si sono avuti problemi nel 2008 con latte cinese che provocava danni renali, ma il fatto è stato circoscritto alla Cina stessa. Se così fosse, i bimbi che assumono latte vaccino fresco già a partire dal secondo anno di vita, dovrebbero avere tutti osteoporosi giovanile. Anzi si osservano casi di osteoporosi giovanile in adolescenti grandi consumatori di Coca-Cola in cui è contenuto acido fosforico che è in grado di chelare il calcio a differenza della pastorizzazione, cottura e antibiotici che non so con quali meccanismi possano eliminare il calcio dal latte.  Inoltre è vero che il latte vaccino è povero di ferro ma non è assolutamente possibile che possa sottrarlo all'organismo!
Anzi ho appena letto un articolo del 2 ottobre 2012, di cui riporto sotto il contenuto, in cui si attribuiscono alle proteine del latte anche proprietà anticancerogene.




“A group of scientists in Sweden found that a milk protein with known health effects, reduces the growth rate of colon cancer cells over time.
According to Medical News, the protein in the milk is the lengthy named lactoferricin4-14 (Lfcin4-14). The protein appears to prolong the period of the cancerous cell cycle before chromosomes are replicated, thereby slowing the rate of the cancer spreading.
In the study, the researchers have reported that treatment with Lfcin4-14 reduced DNA damage in colon cancer cells exposed to ultraviolet (UV) light. For this the researchers exposed colon cancer cells to UV light that caused DNA damage and then grew the cells in the absence or presence of Lfcin4-14. Where the protein was present, the extent of damage was much less than with the cells grown in the absence of the protein.”

Posta un commento