lunedì 9 febbraio 2015

Zanchette




Gli insegnanti all’interno del sistema nazionale della pubblica istruzione, sono pesci che si muovono in un fiume in via di inquinamento. 

Un governo miope vorrebbe convertirli in pesci spazzatura, in modo da ripulire i fondali sporcati dalla cattiva gestione.


Conosce le Zanchette?



Sono pesci piatti, dal corpo molto sottile, di lunghezza variabile tra i 10 e i 14 cm, con squame che si staccano facilmente così che ne sembrano prive. 

La colorazione è grigio giallastro, osservandole controluce si vedono i visceri e la spina centrale. 


Le Zanchette hanno gli occhi sul lato sinistro e vivono su fondali fangosi, tra i 10 e i 50 metri di profondità. 

Si spostano verso la costa in aprile, per la riproduzione.


Vi è una specie un poco più grande, detta Zanchetta romana o Zanchettone, che vive sui fondi sporchi e si riconosce per essere più allungata. 

Tutte le Zanchette si alimentano d’invertebrati di fondale, in particolare di crostacei e di anellini. 

La carne è bianca o bianca avorio ed è particolarmente gustosa.


A volte le Zanchette sono vendute insieme con altri piccoli pesci con il termine generico di “frittura”.


L’evoluzione della classe degli insegnanti, sembrerebbe assumere le caratteristiche delle Zanchette.



Notate bene, e vedrete una modifica strutturale delle loro funzioni, poiché si appiattiscono mostrando inconsistenza fino a poterle osservare in controluce per ritrovare, al livello di visceri e spina centrale, la loro dignità.


L’operato degli insegnanti vive su fondali sabbiosi, a debita distanza dell’ostentazione. 

L’attenzione su questa, quasi inutile categoria, si evidenzia maggiormente dopo il mese di maggio. 

In tale periodo, molti trovano considerazione, e si spostano in zone marine poco frequentate, sperando di trovare nuovi stimoli al loro nascosto vivere. 

Per questi, la soddisfazione certa è quella di trovare cibo aggiuntivo, senza però, riscontrare una miglior qualità.


Vi sono alcuni esemplari della categoria, come le Zanchettoni, che pensano di valere di più, solo a causa della loro virtuale grandezza. 

Purtroppo per loro, sono costretti a muoversi sui fondali sporchi, non soltanto per la sabbia. 


La categoria degli insegnanti vive di ricordi e molti colletti bianchi, pensano anche, che potrebbero nutrirsi d’aria, visto che lavorano per sole 18 ore settimanali e si fanno tre mesi di ferie.


Come le Zanchette, gli insegnanti hanno carne bianca e gustosa, facili da pescare e se non dovessero essere sufficienti per un pranzo a base di pesce, si potrebbero mischiare con altri miseri pesci, per fare una bella ed economica frittura.
Posta un commento