domenica 13 luglio 2014

Il sogno di una farfalla








opera pittorica di Liliana Piras.

Una notte sognai di essere una farfalla che si aggirava felicissima tra fiori a colori ridenti.

Avevo dimenticato di essere un uomo!

Improvvisamente, mi resi conto di sognare e bruscamente mi svegliai.

Ritornai in me stesso, consapevole di essere un uomo.

Un dubbio mi colse!

Potrei essere una farfalla che sta sognando di essere uomo?

In tal caso, quella farfalla sta vivendo un incubo.

Sì, sono una farfalla!

La mia gioia è quella di volare libera tra i fiori.

Decido io, volta per volta, su quale fiore posarmi.

Al termine della giornata, tutti i miei desideri si avverano sempre. 

Non ho bisogno di premi e riconoscimenti, e figuriamoci, nemmeno del Paradiso. 

Poveri uomini! 

Si credono intelligentissimi e hanno bisogno dei sogni e delle speranze per ricorrere una felicità che non sanno nemmeno bene che cosa sia.

Caro uomo, fai come me!

Organizza la tua vita scegliendo un desiderio per volta e prodigati per soddisfarlo.

Non perdere tempo a decidere che cosa scegliere!

La vita è troppo breve per soddisfare tutti i possibili desideri.

Inseguendo mille desideri rischi di non soddisfare nessuno, ma cominciando a scegliere il più piccolo, potrai iniziare a capire dove si trova il piacere di vivere.

Comunque piccolo sarà il tuo primo desiderio soddisfatto, esso sarà la tua prima conquista e la tua prima tappa verso altri desideri.

Ora scusami, amico uomo, devo svegliarmi e ritornare farfalla!

  
Posta un commento