sabato 5 aprile 2014

L'eco dei ricordi


immagine tratta dal sito "l'oceano nell'anima" (www.oceanonellanima.it) di Massa V. Massimo.




Rientro nei miei silenzi a cercar me stesso.

Sono lontano dal toccare.

Tento di vivere.

Mi rigiro il pensare,
 a scuotere nuove idee.

Trovo soltanto sogni.

Vedo i colori d’un tempo.
Riprovo l’ansia di quelle cieche promesse.
Assaporo la carezza della speranza.

D’un tratto l’anima si fa disegno e inizio a correre.

Or  sono lunghi sentieri verdi.
Or appaiono vecchi lastricati di vie antiche.

Il respiro è grave.
La gioventù è padrona.

Ogni barriera è nascosta da quella signora.

Porta con sé una grande borsa.

Al lento procedere,
attinge e sparge oblio ed illusione.

Sin che un dì, 
gli occhi vedono,
la grinza pelle sussulta alle stanche emozioni
di un cuore che non sa di essere solo.

Posta un commento