lunedì 31 marzo 2014

Notte povera


Al divenir del buio
occhi bianchi si aprono.
 

Brillano nella serena notte.

Un gatto randagio silenziosamente scompare tra resti abbandonati,
e anche l'ultimo viandante va.
 

Trascina se stesso nell'angolo nascosto della città.

Non ci sono pensieri alla solitudine,
imbiancata dalla timida luna.


I giganti del cielo sono muti.
Sono troppe le speranze tradite.
Posta un commento