venerdì 11 ottobre 2013

L'incanto dello sguardo


Opera di Clau Fer


Sognar m'è dolce al cospetto del viso tuo.

Il mondo è freddo.

Ritrovar lo sguardo illuminar di gioia,
 non v'è cosa che più m'aggrada.

Abbandono l'affanno per sì alti sipari,
nessun limite giunge dal mio cielo.

Sciolgo parole in immagini,
lascio brillare i desideri,
 mi adagio nei piaceri dell'anima.

Allor che spirano i venti dell'emozione.
Spingono sui battiti di un cuore che non sa di essere mortale.

Beato, assisto alle corse dei brividi.
Fanno della mia pelle una pista senza direzione.

Dell'infinito, l'umana specie non conosce sostanza,
così che il misurar del respiro spegne lentamente l'incanto.
 
Or che accarezzo la realtà,
davanti al tuo ciglio ancor teso,
i miei occhi non vedono,
hanno ceduto il passo all'amore.