domenica 13 ottobre 2013

Esame introspettivo


opera di Clau Fer

Correre avanti con lo sguardo puntato indietro, è rendersi conto del traguardo vicino.

Una destinazione felice solo nella fede cieca o nella speranza clemente di una umanità non figlia del caso.

La corsa è affannosa e consapevole, poco importa se le parole non cadono nel cesto del senso di chi corre con noi.

Come miseri poveracci che cercano tra i rifiuti ciò che altri, senza pensiero, buttano via, così, nell'attimo della riflessione, cerchiamo qualche certezza o qualche motivo per ubriacarci con l'immortalità della nostra essenza.

Gli attimi di vita non sempre sono generosi con la non razionalità. 

Fermo al cancello dell'umana ragione e sostenuto dalla follia delle debolezze, l'appuntamento con i propri perché, trova, senza conforto, un dialogo interiore oscurato dalle paure ancestrali.