domenica 6 ottobre 2013

Delusione


Opera di Silla Campanini

La delusione implica un’aspettativa che è stata costruita sulla base di riferimenti molto soggettivi e quindi sicuramente diversi o addirittura contrastanti con la realtà.

Una delusione, effetto dell’aspettativa, ti fa vedere il mondo nella prospettiva stabilita dei tuoi riferimenti.

La verità proiettata attraverso l’aspettativa è quella rifratta dalle tue ansie e convinzioni, e come tale, distorta.

L’interpretazione, correttamente ricavata mediate la razionalità del pensiero, è contaminata dall'errore originale, quindi, dietro la giustezza del metodo si nasconde il vestito per cui l’apparente verità viene assunta come assoluta, ineluttabile e definitiva.

C’è bisogno che trascorra del tempo affinché i metodi di giudizio, decantati da una nuova predisposizione biologica, mutino l’angolo della prospettiva, per far partire un nuovo processo di costruzione di una diversa aspettativa. 

In questo continuo altalenate credere e ricredersi, il ricordo (esperienza) raffina i processi e contemporaneamente rallenta i giudizi e rende caute le espressioni.

La traccia del percorso, è quella di una vita che si consuma, animata dalle sensazioni, timbrate dall'intensità delle emozioni.


Quest’ultime rappresentano la prova del vivere da esseri umani.