giovedì 6 giugno 2013

Sprazzi di ricordi


opera di Silla Campanini

Mi rifugio nel ricordo per collocare la mente.

Nella nebbia delle immagini semoventi, l'anima s'inquieta.

Riflettono certezze che ora sono sorrisi.

Fissano contorni che ora sono sfumature.

Irretito nella razionalità rassodata dal tempo,
lo spirito si abbandona all'incanto,
si muove lentamente nell'ultimo mare.

Non più venti forti, spirano.

La barca dolcemente si lascia cullare 
sugli spenti ardori.

Arcobaleni di romantica nostalgia
lasciano scorrere la serenità inseguita.

Nuove onde muovono la barra.
Colorano di emozioni quel vecchio scafo.

Porta con sè il cuore senza tempo.

Posta un commento