lunedì 22 aprile 2013

Essere positivi


opera di Silla Campanini 
Nel linguaggio umano (probabilmente il diavolo le ha inserite) sono presenti alcune parole indisponenti alle buone e piacevoli relazioni tra i singoli individui.

Queste sono piccole particelle molto comuni ed usate in grande scala: 

MA, NO, NON.

Il buon Dio deve aver capito le intenzioni del diavolo e, non potendo eliminarle per non incrinare la fiducia negli uomini, le ha rimpicciolite in modo da indurre la nostra intelligenza ha sottovalutare l'importanza di usarle nel discorso.

Per esempio, supponete di rivolgere a due persone diverse una frase con lo stesso significato ma con forma diversa:

1)  DOMANI NON PIOVE!

2)  DOMANI SARA' UNA MAGNIFICA GIORNATA DI SOLE!


Alla prima affermazione, nessuno si curerà di affrettarsi a rispondere e se potesse, eviterebbe pure di guardarvi.

La seconda affermazione, invece, vi procura un grande sorriso e stimolate al colloquio anche le persone più riservate.

La magia di parlare in positivo risveglia gli animi e li predispone alla socializzazione e alla comunione.

Immaginate che anche un rimprovero può suonare simpatico:

1) NON STUDI COME SI DOVREBBE!

2) STUDIARE MEGLIO E' NELLE TUE POSSIBILITA'!

Alla prima frase, aspettatevi per risposta un " non mi rompere ... lasciami in pace!".

Alla seconda, lo sguardo incuriosito del rimproverato cerca i tuoi occhi per dire: "Veramente?".

Gli effetti secondari dell'essere propositivi, concilianti e partecipativi sono enormi.

Si riesce a trasformare un agnello in leone.

Le previsioni, su ciò che è possibile e ciò che non lo è, funzionano come le maree, con alti e bassi, seguendo gli influssi della nostra psicologia.

Esiste anche una legge, non dimostrata, per cui "dimenticando" i negativi, questi tendono a svanire.

Il corpo umano, stupido per eccellenza, si serve dei negativi per auto distruggersi e dei positivi per giungere integro fino ai cento anni.

L'imbecillità del nostro corpo traduce a sé le malattie e non sa che sono quando la mente è occupata nella gioia, nella curiosità, nella passione ....... in tutto ciò per cui essere umani prende senso.  

Posta un commento