martedì 26 marzo 2013

Una classe speciale



 
Non posso far mancare nel mio blog un evento straordinario per un gruppo di ragazzi che hanno festeggiato un triennio scolastico con i loro professori.

In queste occasioni mi rendo conto come io sia stato fortunato per occuparmi di mestiere della formazione scolastica.

Interagire giornalmente con i giovani è un privilegio; è un continuo bagnarsi di fiducia per un mondo migliore.

I ragazzi, indipendentemente da come potrebbero apparire, portano con sé la prova della bontà dei loro genitori. Allegri, spensierati, a volte disubbidienti, fanno rimbalzare comunque quel senso di tenerezza mantenuto ancora genuino e aperto verso il prossimo.

Alcuni, più sfortunati, mostrano altri atteggiamenti, meno promettenti e forse preoccupanti.

I miei ragazzi, per fortuna, sono tutti fantastici; qualcuno poco studioso ma comunque sensibile alla minaccia della grave insufficienza sul registro personale.

Per loro, ogni docente è la prolunga del padre o della madre e quindi, riservano gli stessi dispetti e ripongono le stesse aspettative.

Anche per i professori, come per i genitori, costringere a prendere la medicina a coloro che mostrano segni di malattia, è un lavoro poco piacevole ma necessario.

Conferire un dieci e lode per un prof è come concedersi un sommo piacere, mentre sigillare la preparazione con un quattro, provoca disappunto e inquietudine.

La mia classe di 5Ai è formata da 18 ragazzi speciali che con la loro attenzione e altalenate dedizione allo studio, trasformano ogni momento della vita scolastica in essenza della qualità umana.

Forza ragazzi, impegnatevi con lo spirito di chi vuol raggiungere un primo grande obiettivo: ottenere la soddisfazione di chi crede in voi.

Il mondo del lavoro potrebbe essere duro e impietoso ma se riuscite a mantenere salda la fiducia in voi stessi, nulla vi potrà fermare.

In ogni momento critico, ricordate: 

Il vostro valore non corrisponde al risultato ottenuto poiché questo dipende dalle scelte che avete già fatto, quasi sempre condizionate da mille fattori.

Le scelte che state per compiere ora produranno un risultato proporzionale alla convinzione che avete delle vostre capacità.

Ognuno di voi è un tesoro unico, di incalcolabile valore, sempre! ”.    

Posta un commento