mercoledì 31 ottobre 2012

La banca emotiva





Una delle abitudini o necessità ( decidete voi ) diffuse nella nostra società e quella di possedere un conto bancario.

Qualche poveraccio avrebbe da indispettirsi per quanto sto per dire, ma promettendo di non insistere molto su questo argomento, mi permetterei di usare tale rifermento per riflettere su un concetto apparentemente immaginario e al quale ci riferiamo solitamente con le parole “cortesia”, “gentilezza”.

Sono convinto che se fossimo sempre coscienti sul fatto che un atteggiamento aperto, gioviale, improntato sull’essere positivo, propositivi e onesti con il prossimo, costituiremo un piccolo paradiso terrestre personale che trascineremmo ovunque la nostra persona si sposti.

Vi sarà certamente capitato di avvistare da lontano un amico che definiamo simpatico. 

Provate a focalizzare l'attenzione sulle vostre reazioni assunte in quel momento.

Concorderete con me che il sorriso è il primo sintomo che appare sul vostro viso. 

Inconsapevoli, tendete a direzionarvi lungo la traiettoria di congiunzione con il vostro amico e contemporaneamente, le braccia si muovono allontanandosi dal corpo, speranzose di un imminente e possibile abbraccio.

Questo meraviglioso scenario si compone perché il vostro amico è un conto bancario emotivo dal quale, in questo momento state prelevando emozioni.

Sarebbe bello immaginarci circondati dai conti bancari emotivi sui quali, attraverso i nostri comportamenti predisponenti, gentili, affabili e comprensivi, riusciamo a depositare continuamente credito emotivo per poi disporre di una grande riserva di fiducia e stima.

Nei momenti bui della vita queste banche speciali sono sempre a disposizione, pronte a restituire ciò che nei momenti di abbondanza avevamo depositato.

Sorridendo ripercorriamo la pubblicità televisiva promossa da qualche banca on-line che, con obiettivo diverso, vorrebbe ricalcare questo mio pensiero.

Ditemi quanti amici avete?

Oppure, quanti conti emotivi avete acceso nella vostra vita?

La considerazione più sensazionale che si potrebbe evidenziare costituisce il fatto che ciò che si deposita non costa nulla ed è sempre in abbondanza, ma che si trasforma un farmaco salvavita nei momenti più inattesi della nostra vita.
    

lunedì 29 ottobre 2012

Disattese




L'ombra di contrastanti pensieri
ci desertificano l'anima.

I nostri volti
divorano sussulti
i nostri silenzi scrivono
strofe di una vita a rime
domande su attimi di sorrisi.

S'infrange di onde incontenibili
l'inconsueto destino
e il loro fragore avvolge di sale
i nostri occhi
mentre tra le dita sottese
si dipanano sensazioni
infrante su illusioni di vetro.

Resterò ancora
a contare gli immutati sorrisi
mi aspettano giorni di me e me
e intanto l’attesa
sferza di raffiche l'anima provata.

                                                                                                                                                                                           By Regina Resta



 
Radiose scogliere riflettono passioni mai dome.

Ferme, inchiodate sul fondo dalla certezza dell’amore,
appaiono tracotanti, insensibili al riflusso delle onde.

Emergono minacciose 
a chi del mar della cattiveria ne fa culla.

Testimoniano la terra natia d’ogni specie,
l’ultimo legame con l’apparire.

Giocano con le maree nascondendosi agli occhi degl’incauti.

Sono tenere compagne dei più deboli. 

Sono riferimenti eterni alla solidità dei sentimenti.

Sono labbra del mare che baciano il cielo.

Sono il tuo conforto nei momenti tristi.

By Luigi Squeo

Amami




Amami così come sono,
come vuoi.

Amami in silenzio,
lentamente,
ad occhi chiusi.

Amami per le mie lacrime,
per la mia forza fragile,
per i miei fiumi di parole.

Amami facendomi rabbrividire

Amami per la mia pazzia.

Adesso!

Vivimi amore.

Vivimi fino in fondo,
io ti farò sognare il mondo.


 by Regina Resta




Luce silenziosa, padrona di spazi reconditi
Avvolgi l’anima in pena che d’amor brama
Disponi del mio corpo per segnar di te stessa.

Siano gli occhi,
fonte di brillanti raggi ammaliatori.

Siano le mani,
 foglie tremoli al vento delle emozioni.

Sia la pelle
corrugata da brividi di gioia.

Sia il cuore,
orchestra di battiti di vita

Perdersi là dove non ci sono parole,
non esiste l’inutile,

dove ha senso un bacio, una carezza, un abbraccio, 
un pensiero felice,

è il mondo che voglio,

è il mondo che donerei.

 by Luigi squeo

domenica 28 ottobre 2012

Riflessi d'amore





Appari come riflesso
sullo specchio dei miei desideri.

Il tuo silenzio mi penetra dentro,
ardente mi reclama,
mi avvolge e mi bacia,

mentre le ombre dei nostri ricordi
creano voragini intorno a noi.

Trattengo il respiro per non cadere
nel baratro di questo tempo,

a raccogliere sospiri dalle tue labbra assetate
di sapori, di baci rubati.

by Regina Resta


Confuso, il ricordo è nebbia nella mente.
Maldestro nelle parole, decanta desideri sopiti.

Nei panni di uomo, il battito del cuore corre ancora bambino.

Dolci armonie risuonano nella anima.

Magici pennelli disegnano i suoi ridenti paesaggi
.
Custodisco sentimenti come arredi d’amore,
 adombrano stranezza all’estranea realtà.

Gioielli di bellezza infinita,
invisibili all’insensibilità,
sono doni per cuor gentili.

Sono sorrisi sinceri
Sono mute carezze
Sono taciti accordi

Sono sguardi che si incrociano
Sono vulcani in continua eruzione di gioia
Sono amici che nascondono le ali degli angeli.

Sono le emozioni che rendono vera ed unica la vita.   

Non trattener respiro !

Il tempo fugge davanti all’amore,
poiché l’eternità è la sua patria.

by Luigi Squeo