domenica 5 agosto 2012

Mistero dell'anima



Avvolgimi  mistero dell’anima.
Svela i segreti più reconditi.
Silenzioso a te mi raccordo.

La morte conservi, perché della vita sei padrone.

Racchiudi timori, speranze e passioni,
nelle sacche dell’umile contadino,
costretto ad attendere il domani per un fiore.

Assegni alterigia al tempo,
che modella il mio corpo
e appronta l’anima al giudizio della vecchiaia.
  
Il mio cuore, intento, ascolta attonito.

Comanda ai suoi battiti di frenare,
affinché nel silenzio si celebri il rito.

Egli crede nell’immenso.

Offre tutta la sua ingenuità,
per accogliere la verità.

Nel procedere dei battiti rallentati,
 cela la speranza della vita eterna.

Nato per amare,
 continua a battere,
 credendo che nella vita non ci debba essere
altro che tenerezza infinita.


Posta un commento